autostima

Non è un caso che proprio l’Autostima sia uno degli elementi primari fondamentali dell’Alfacoaching, (insieme al fattore Alfa, all’Accettazione, all’Assertività e alla Motivazione), poiché da essa dipendono un’infinità di altri risultati positivi. Per questo essa ha un posto speciale nel contesto del coaching di Mario Furlan ed è fondamentale, come abbiamo detto ma non ci stancheremo mai di riptere, uno dei cardini intorno a cui si gioca la partita per il benessere, la soddisfazione ed in ultima analisi, la felicità.

Autostima. Ovvero stima in se stessi. L’autostima è la base di tutto. Perché gli altri, si sa, riflettono, nel loro comportamento, il nostro comportamento. E una bassa autostima da parte nostra produce una risposta negativa da parte dei nostri interlocutori. Perché se noi abbiamo scarsa autostima, e crediamo di non essere all’altezza, come potranno gli altri giudicarci meglio di quanto noi stessi non facciamo?

Autostima: come accrescerla, ed avere più fiducia in se stessi

Accrescere l’autostima è quindi fondamentale per vivere meglio. Con gli altri. E con noi stessi. Ma come aumentare l’autostima? Come trasformare una scarsa autostima, o addirittura una mancanza di autostima, in una sana autostima, che si traduce in una maggiore fiducia in se stessi?

Corsi, libri ed esercizi di autostima

Il modo più efficace e rapido è seguire un corso. Esistono numerosi corsi di autostima. Mario Furlan tiene da oltre vent’anni corsi e seminari di autostima in tutta Italia e all’estero. L’Alfacoaching è senz’altro il migliore poiché punta direttamente al cuore, al fattore Alfa, come spieghiamo per esteso nella pagina dedicata a questo tipo di coaching innovativo.

Libri sull’autostima

Ma oltre ai corsi è possibile iniziare leggendo uno o più libri sull’autostima che costituiranno un’ottima base per realizzare miglioramenti sensibili. Si potrà poi potenziare l’effetto con un approfondimento tramite un corso oppure in autonomia compiendo esercizi per accrescere la propria autostima. Mario Furlan, come meglio potrete approfondire nella sua bibliografia, ha scritto diversi libri sull’autostima, tra cui ” Risveglia il campione in te! “, ” Vivere da angeli “, ” Donne basta paura ” e ” Tu puoi! “.

Un esercizio per aumentare l’autostima

Mario Furlan ti suggerisce di cominciare con un semplice esercizio che serve ad aumentare l’autostima.

  1. Prendi carta e penna, o apri una pagina su tablet o smartphone: verba volant, scripta manent. Per questo leggere, e rileggere, ciò che hai ottenuto di positivo finora serve ad aumentare l’autostima. Ad avere più fiducia in se stessi. Ed è un quindi ottimo esercizio di autostima;
  2. Pensa a tutte le volte, nella tua vita, in cui sei riuscito, attraverso la tua tenacia e le tue doti, a ottenere qualcosa che desideravi. O a ricevere sinceri apprezzamenti. E scrivilo;
  3. Scrivi le qualità che sai di avere. O che altri hanno detto che hai. E che ti hanno consentito di ottenere quei risultati. Anche se, magari, la tua scarsa autostima ti porta a negarlo. Ad esempio: sei onesto? Sei sincero? Sei sensibile? Non sono qualità da poco..
  4. Pensa a un obiettivo motivante, che desideri tanto raggiungere. E scrivilo. Un obiettivo chiaro, preciso. Quando lo raggiungerai, potrai automaticamente accrescere la tua autostima. Perché sarai orgoglioso. E avrai fiducia in te stesso, e nelle tue capacità;
  5. Pensa a come le tue vittorie passate, e le tue qualità presenti, ti potranno aiutare a raggiungere l’obiettivo;
  6. Visualizza l’obiettivo come già raggiunto. Questa visualizzazione serve ad aumentare l’autostima; perché sentire di avercela fatta aiuta ad avere più fiducia in se stessi;
  7. Quando sentirai il bisogno di avere più autostima, ti basterà rileggere il testo che hai appena scritto. E la tua bassa autostima crescerà.

L’autostima nei bambini

I problemi di autostima sono una zavorra a qualunque età, ma è particolarmente grave la mancanza di autostima nei bambini. Per questo Mario Furlan è particolarmente felice quando ha l’occasione di svolgere corsi di autostima per bambini e ragazzi nelle scuole; perché, con semplici esercizi di autostima, affrontando il problema da piccoli si riesce, più facilmente, a diventare persone grandi. Non di età. Ma di animo. Con una sana fiducia in se stessi.