assertività

L’Alfacoaching, il nuovo sistema di coaching creato dal coach Mario Furlan, pone l’assertività tra gli elementi di lavoro primari. AccettazioneAssertività e Autostima, e ciò che Furlan ha denominato Fattore Alfa, rappresentano i tre pilastri di questo coaching efficace.

La parola assertività deriva dal latino asserere, che significa asserire, dichiarare con fermezza, sicurezza. L’assertività è una caratteristica del comportamento che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni ed opinioni, senza però offendere né aggredire l’interlocutore.

Assertività come pilastro della crescita personale

Chi è assertivo è conscio delle proprie posizioni e le rivendica con argomenti, dichiara ciò che pensa senza né paura di essere giudicato né bisogno di doversi imporre. L’assertività si oppone all’insicurezza, da un lato, e all’aggressività, dall’altro. Essere assertivi significa trovare un giusto equilibrio tra aggressività e insicurezza.

L’importanza dell’assertività è stata ampiamente dimostrata anche dalla teoria psicologica di Berne: l’analisi transazionale. Ma il motivo della centralità dell’assertività nell’Alfacoaching è dato anche da una semplice constatazione: il benessere e la soddisfazione sono conseguenze naturali di un equilibrio interiore che produce risultati nella vita personale o professionale. Ma i risultati sono, a loro volta, conseguenze delle nostre relazioni.

E chi non è soddisfatto dei risultati che ottiene dovrebbe porsi una domanda: in che modo mi relaziono con gli altri? Sono assertivo? Qui infatti si gioca la vera partita. Il modo con cui ci relazioniamo agli altri è la chiave di volta ma spesso non abbiamo focalizzato questo punto cruciale.

L’assertività nell’Alfacoaching

Il lavoro di crescita personale che Furlan propone è finalizzato a far acquisire strumenti per riconoscere, focalizzare e sviluppare un atteggiamento assertivo. Riuscire ad avere un comportamento assertivo non è né facile, né scontato, perché richiede un lavoro profondo di consapevolezza, il possesso di strumenti di autoanalisi specifici che ci mettono in grado di interpretare e modificare i nostri stessi atteggiamenti.

Comunicazione assertiva e stile assertivo

La comunicazione assertiva è dunque il tipo di comunicazione che ci permette di agire nel nostro pieno interesse. Di difendere con convinzione il nostro punto di vista. Senza cedere. Ma anche senza ignorare, o calpestare, i diritti e i punti di vista altrui.
Lo stile di comunicazione assertivo si delinea pertanto come il giusto atteggiamento di equilibrio espressivo tra due polarità: da una parte l’atteggiamento passivo, intimidito; dall’altra l’atteggiamento violento e prevaricante.

Chi cerca di comunicare prevaricando spesso trova una violenta opposizione o una passività non convinta. Chi, all’opposto, cerca di comunicare in modo dimesso e insicuro, difficilmente potrà convincere o farsi valere. Chi comunica in modo assertivo riceve attenzione, viene ascoltato, trasmette forza e dolcezza, determinazione rispettosa. Molto spesso le sue posizioni sono accettate con maggior facilità.

Assertività e training assertivo

Il training di assertività consiste nell’apprendere come riconoscere, interpretare e modulare (dosare) le proprie emozioni. In modo da avere una comunicazione assertiva che faccia valere il nostro punto di vista e le nostre esigenze, ma senza offendere né aggredire.

Un corso di assertività dev’essere pratico. Deve farti uscire dalla zona di agio. Le tecniche di assertività servono a farti affrontare situazioni difficili, che mettano alla prova la tua capacità di reazione” dice Mario Furlan, che basa il suo Alfacoaching proprio sulla comunicazione assertiva e sullo stile assertivo.

Autostima e assertività

Autostima e assertività sono strettamente collegate. Con un buon training di assertività puoi aumentare l’autostima. Perché uno stile assertivo ti rende rispettato e apprezzato. D’altro canto con un training di autostima sarà più semplice trovare uno stile assertivo. Per questo il training di assertività e il training di autostima sono colonne portanti, secondo Mario Furlan, della crescita personale, della motivazione e dell’empowerment.